Settembre viterbese

13,00 

Valerio De Nardo

Nota critica di Antonia Ventura. Copertina tratta da una foto gentilmente concessa da Angelo Russo, concept Mafalda Console.

Opera Seconda classificata alla X edizione Premio Letterario Internazionale «Gaetano Cingari»

Genere: Narrativa

978-88-99361-52-5 | pp. 120 | 14 × 21 cm | novembre 2016

Descrizione

Quando se ne parla, è facile sentire un: “però, carina Viterbo, eh?”. Al capoluogo della Tuscia si associa insomma l’idea di una città graziosa, attraente, interessante, ricca di storia. Ma vista dall’interno essa può risultare anche una città miopie, autoreferenziale, ripiegata sulle proprie tradizioni ed incapace di aprirsi e trasformarsi.
Settembre viterbese è un noir che posa uno sguardo critico su una realtà sociale: lo fa immaginando una scia di fatti sanguinosi, che incrociano e scuotono la biografia del protagonista, mettendo in discussione tutta la sua vita. La soluzione della sequenza di delitti coinciderà allora con una soluzione esistenziale.