Per una lettura freudiana del «Daniele Cortis» di Antonio Fogazzaro

15,00 

Massimiliano Licastro

Prefazione di Vincenzo Crupi
In copertina: elaborazione grafica di foto rappresentante Antonio Fogazzaro.

Genere: Saggio
Collana «Gli allori» [13]

978-88-99361-25-9 | pp. 176 | 14 × 21 cm | gennaio 2016

Descrizione

Interpretare un romanzo come il Daniele Cortis di Antonio Fogazzaro è operazione quanto mai delicata e complessa. L’opera, infatti, è permeata di chiari elementi autobiografici e rappresenta il tentativo di sublimare l’amore terreno per portarlo in una dimensione esclusivamente spirituale.
[…] Licastro consente al lettore di fare un ‘viaggio’ all’interno del testo fogazzariano, dove la comunicazione letteraria usufruisce dei messaggi prodotti dall’autore «con piena consapevolezza», ma anche di quelli che sono «frutto di pulsioni rimosse dalla coscienza dell’autore» e che quindi sono al di fuori del suo razionale controllo.
[…] è merito di questo saggio, perciò, aver colto, con una adeguata metodologia critica, la complessità delle motivazioni che stanno all’origine del romanzo fogazzariano.

Dalla Prefazione di Vincenzo Crupi