Hic et nunc

12,00 

Giuseppe Maria Di Salvo

FUORI COMMERCIO

Prefazione a cura di Domenico Pòlito
Immagine di copertina a cura di Omero Crivello e Piero Avanzato

Genere: Narrativa

978-88-95880-91-4 | pp. 168 | 14 × 21 cm | febbraio 2012

Esaurito

Categoria: Tag:

Descrizione

Lo spessore del romanzo di Giuseppe Maria Di Salvo si rivela nel tentativo di trascinare il lettore in un dedalo di vicende umane che si snoda lungo un itinerario legato ad una complessa tessitura di accadimenti ben delineati attraverso l’immagine viva della seconda guerra mondiale.
Il romanzo trova libera espressione nei repentini cambi di scena che si susseguono lungo un diversificato percorso geografico che attraversa diverse località e che va da Murmansk, città dell’estrema parte nord-occidentale della Russia a New York, città degli Stati Uniti d’America.
Gli eventi descritti respirano in prevalenza all’interno del sommergibile Nikita e si sviluppano in un periodo storico ben definito, quello che inizia dalla fine del 1944 (ultima fase della guerra).
Molteplici gli assunti tratteggiati nel romanzo: l’amore, l’avventura, il coraggio, l’eroismo, il senso del dovere e la pietà. Tuttavia, risulta evidente dalla lettura dell’opera che gli elementi costitutivi relativi al tratto finzionale non sono sempre aderenti con i dettagli realistici ai fatti documentati, è questo l’aspetto rilevante della narrazione firmata dall’autore, tale tratto peculiare serve allo scrittore per conferire all’opera quella varietà drammatica ed enfatica condita di espressivo realismo.
I protagonisti della narrazione appartenenti a diverse nazionalità, sono interpreti di suggestive ed intriganti avventure ruotanti attorno agli eventi che si susseguono ininterrottamente con colpi di scena a catena.
Nonostante la complessità generale del registro espressivo e contenutistico, la produzione romanzesca risulta piacevole alla lettura, l’autore descrive i suoi personaggi con abilità narrativa, gli stessi rispecchiano il tentativo di delineare schemi interpretativi riassunti nella volontà di ricercare quei valori contrastanti le conseguenze derivanti da limitazioni di ogni forma ed espressione di libertà individuale.

Domenico Pòlito